Wait...

Social network: se la democrazia diventa socialcrazia

Ginnastica, assalto al tricolore atteso dall 87

TRIESTE – Tutto pronto in casa Ginnastica con le Cadette di Ravalico in procinto di tentare l assalto al triangolino tricolore che a Trieste manca dal lontano 1987. A centrare quella storica impresa furono proprio le biancocelesti fra le cui fila militavano atlete del calibro di Varesano e Verde, tuttora pilastri della prima squadra. Il clima in seno alla squadra è buonissimo e improntato a un sano ottimismo. C è fiducia fra le ragazze di Ravalico, consapevoli di poter centrare un obiettivo che passa una sola volta nella vita.

Il presidente Tonon, artefice di un progetto triennale che sta rinverdendo gli antichi fasti della gloriosa società, gongola. Per la sua Ginnastica è un annata d oro, dall ottimo campionato in serie A2 alla conquista delle finali nazionali, sia per le Cadette sia per le Juniores, al titolo regionale conquistato dalle Allieve di Milan: riprova che una seria programmazione e un gruppo di bravi allenatori pagano sempre.

Ritornando alle Cadette in partenza domani per Roseto degli Abruzzi dove si giocheranno lo scudetto da mercoledì sino a, si spera, domenica, il gran momento è giunto. Non c è più spazio per le parole, il verdetto passa al parquet che le biancocelesti calcheranno mercoledì per la prima partita contro la forte Famila Schio. Le venete sono avversarie da prendere con le molle, forti di una tradizione e di un vivaio invidiabili, e vincitrici del campionato veneto. La Ginnastica non snaturerà il suo gioco in quest occasione, la zona-press e la grande aggressività difensiva fanno parte del corredo genetico di queste ragazze. La pecca è l altezza non certo eccelsa, compensata però da un talento non comune. Dopo Schio le altre due rivali sono Stelle Marine Ostia – con le quali c è da prendersi una rivincita dopo aver perso l anno scorso le semifinali nella categoria Allieve – e la più forte tecnicamente ovvero il Geas Sesto San Giovanni, altra società storica del basket femminile. Come si evince un gironcino niente male, con un alto coefficiente di difficoltà ma se si vuole vincere lo scudetto non si può sperare di trovare squadre scarse.

L asse Accardo-Policastro promette faville, magari supportata dalla talentuosa «Buba» Bisiani, capace di fornire minuti di qualità. Se le Cadette stanno per giocarsi tutto, le Juniores di Montena, fresche vincitrici dell interzona che le ha proiettate alle finali di categoria, sono state inserite in un girone che vede la presenza di Biassono (sconfitte nella stagione scorsa nello spareggio per salire in A2), San Raffaele Roma e Basket Porcari, la vera sorpresa.

Nell altro gruppo ci sono Parma, Stelle Marine Ostia, Noicom Torino e Cus Roma. Le biancocelesti arrivano un po spremute a questo prestigioso appuntamento in programma ad Albenga dal 4 all 8 giugno. Non dimentichiamo che questa squadra deve molto alla collaborazione di Aibi Fogliano e Ardita Gorizia senza le quali non ci sarebbe stata la formazione. Da Fogliano sono arrivate Drius e Bon, da Gorizia Chiarella e Trevisani e queste ragazze meritano un grande applauso per tutti i sacrifici fatti per venire ad allenarsi dall Isontino sino a Trieste.

Diverse juniores giocano pure in prima squadra, così come alcune Cadette giostrano anche con le Junior, ecco così spiegata la stanchezza e la fatica di cui parlavamo prima. Le Bam dell Oma hanno vinto alla grande lo spareggio con Bolzano (74-45) per approdare all interzona di Varallo Sesia, dal 31 maggio al 2 gugno, per tentare di entrare tra le prime otto.

sir

Add comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *